Ti trovi in: Home  »  Prodotti tipici di Gaeta  »  Impepata di cozze
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Impepata di cozze

IMPEPATA DI COZZE

• Aceto: 1 spruzzo (in alternativa del vino bianco)
• Aglio: 1 spicchio
• Cozze: 70 cl
• Olio: 1/2 bicchiere
• Origano: 1 manciata
• Pepe: in abbondanza
• Prezzemolo: tritato

Presentazione
A mpepata e cozze, come viene chiamata a Napoli l'impepata di cozze, è uno dei piatti della cucina italiana più semplici da preparare ma allo stesso tempo uno dei più gustosi e graditi, grazie anche alla sua versatilità: può essere, infatti, servito sia come antipasto che come secondo di pesce.
Sembra, però, che l'impepata di cozze non abbia avuto lo stesso successo in passato, quando era consumata esclusivamente nelle regioni meridionali e non era considerata un piatto degno di nota.
Addirittura il grande Artusi, padre della cucina italiana, esclude l'impepate di cozze (e un po' le cozze in generale) dal suo famosissimo libro "la scienza in cucina e l'arte del mangiar bene".
Va al salentino Vincenzo Corrado il merito di aver rivalutato (per ovvi motivi) la mpepata inserendola nel suo ricettario "cuoco galante".


Preparazione
La prima cosa da fare, e anche la più noiosa, è pulire e raschiare bene..anzi benissimo le cozze
Una volta pulite le cozze, scaldate in un tegame l'olio con l'aglio e aggiungete le cozze; coprite il tegame e fate cuocere per qualche minuto a fuoco vivace agitando ogni tanto il tegame per fare uscire il sughetto dalle cozze, fino a quando le stesse si saranno aperte.
Verso fine cottura aggiungete abbondante pepe nero, il prezzemolo, una spruzzata di aceto e una manciata di origano.
Togliete la vostra mpepata e cozze dal tegame e servite ben caldo!


Consiglio
Ricordate di pulire sempre accuratamente le cozze in acqua corrente strappando via anche la barbetta e spazzolando poi le cozze possibilmente con una spazzola di metallo.
Se volete aggiungere quel non so che alla vostra impepata potete accompagnarla con delle belle fette di pane casereccio abbrustolito e delle fette di limone per coloro che amano il limone sul pesce.


Curiosità
Secondo la tradizione popolare Napoletana, le cozze sono più buone da mangiare nei mesi senza "R", mesi in cui sarebbero più piene e gustose.


Stampa la pagina Chiedi informazioni